| |

La voce

del tassobio

Un libro da leggere, da ascoltare e da vedere. Da questa pagina si può accedere al vocabolario dialettale on line. Ho selezionato per ogni lettera una parte dei vocaboli contenuti nel VOCABOLARIO DEI DIALETTI DEL MEDIO APPENNINO REGGIANO. Non potevo inserire integralmente circa 20.000 vocaboli e oltre 5.000 proverbi e modi di dire, però ho voluto sfruttare le potenzialità della rete per trasmettere non soltanto la grafia, ma anche l'esatta pronuncia delle parole.

COME FUNZIONA: Cliccando su ogni lettera del menù che trovate in questa pagina, sarete rimandati alle pagine delle singole lettere. In ogni pagina troverete descritto il vocabolo in dialetto, e la sua traduzione in italiano. Nella finestra sopra sarà inserito un video grazie al quale si potrà ascoltare e visualizzare il modo in cui si pronuncia ogni parola.

Lettera S

Šabaiûn

Zabaglione

Scundaröla

Gioco del nascondino.

Spervêrs

Esagerato, immenso, smisurato.

Sablûn

Fanfarone, vanitoso, presuntuoso.

Scûns

Scondito.

Spiòtla

Piagnucolone, lamentone.

Sacagnâr

Bastonare, sferzare.

Scûr

Oscuro. Scuretto, anta per finestra.

Spìpla

Spippola, vanitosa.

Sadîna

Terra incolta, salsedinosa.

Scúria

Frusta.

Spugnöla

Tipo di fungo.

Sadúl

Sazio. Satollo.

Scusîn

Scoccino, gioco fatto con le uova sode colorate a Pasqua.

Spuladûr

Vaglio, ventilabro, crivello.

Saitûn

Reggispinta nelle capriate.

Scutmài

Soprannome, nomignolo.

Sràia

Scuretto di finestra.

Saiûgh

Sambuco.

Sebiöl

Zuffolo.

Stabiöl

Recinto per maiali.

Salabrâ

Salato esageratamente.

Segröl

Manarino, piccola scure.

Stadêra

Bilancia.

Salìa

Saliva.

Sèr

Cerro, tipo di pianta. Siero.

Stemprîna

Impasto per polli.

Saltaprâ

Ranocchio di prato.

Serföi

Trifoglio.

Sternîr

Seminare, spandere a ventaglio.

Šânchel

Trampolo.

Serfuiâr

Tartagliare.

Stèta

Costa di campo. Sommità, costolone.

Šanèta

Bastone da passeggio ricurvo.

Šêrla

Gerla. Zerla, prolunga per aggiungere paia di bestie da tiro per il trasporto di carichi pesanti o per l’aratura.

Stìs

Tizzone.

Sanguètla

Civettuola, sbarazzina.

Sfergûn

Ferro o bastone per attizzare il fuoco nel forno.

Straculâda

Faticaccia.

Sansûgh

Sbiascico, avanzo.

Sfursîn

Piccola fune. Bastone con più rami per aprire i ricci delle castagne.

Stragàgn

Verso, urlo di animale.

Sarúch

Cucco in testa.

Sgantîn

Segantini, coloro che preparavano le assi.

Stranghlîn

Cravattino. Collarino.

Savurèt

Mostarda, confettura.

Sgârba

Fogliame di patate, pomodori, ecc...

Strê

Strato, piano di metato o di soffitto.

Sbadà-c

Sbadiglio

S-giàvra

Nevischio misto a pioggia.

Strègia

Striglia, attrezzo per pulire animali.

Sbalurdûn

Capogiro, svenimento improvviso.

Sgrišûr

Brividi.

Stricàia

Bronchite, difficoltà di respiro.

Sberlâns

Lungo salto.

Sgûra

Scure.

Stròpa, Strupèt

Legaccio per covoni o fascine. Vimine.

Sbernâr

Guastare, rovinare.

Sgurâr

Lucidare le pentole.

Stûgh

Stelo d’erba.

Sbiàvde

Sbiadito, scolorito.

Sìchi

Tordi migratori, di corporatura piccola.

Stùmbel

Bastone munito di punteruolo per sollecitare i buoi.

Sblišgâr

Scivolare.

Sigaiöla

Vento freddo del nord, tramontana.

Stùple, Stupîn

Stoppino di lumini a petrolio.

Sbrâns

Rami di albero.

Sìma

Vetta. Cima. Cima di albero.

La salût sênsa i quatrîn / l’ê ’na candêla sensa stupîn

La salute senza soldi è una candela priva di stoppino

Sbrùdghe

Sporco, sozzo.

Simitûn

Moine, dispetti, scimmiottature.

Stúpia

Campo non ancora arato dopo che si è raccolto il grano e falciato lo strame.

Sbrúša

Scrocchiare le pecore, mandarle al pascolo.

Sinòpia

Terra rossa per colorare lo spago per segnare i tronchi da cui ricavare le assi.

Stupiûn

Cardo selvatico che infesta i campi di grano.

Sbušmâr

Dare la bozzima all’ordito.

Sîtla

Tubatura forzata dalla gora alle turbine del mulino.

Súbi

Subio, cilindro del telaio.

Sbutasâr

Aprire la gora, fare defluire l’acqua.

Sivètla

Civetta. Ragazzina vanitosa.

Súbia

Lesina.

Scalfaròt

Calzini di lana fatti a mano.

Šlìnd

Agile, veloce.

(In) Suchèta

A testa scoperta.

Scalprûn

Ramo staccato con forza dall’albero.

Šlisaröla

Scivola.

Sufrìt

Soffritto.

Scalšarîn

Fringuello, cardellino.

Smài

Maggiociondolo.

Sugapèna

Asciugapennini.

Scandèla

Cereale della famiglia dell’orzo.

Smarîr

Perdere, smarrire. Ma anche spaventare animali, uccelli perché non danneggino il raccolto.

Sughèt

Fune per trattenere e guidare animali.

(In) Scapîn

Camminare con le sole calze.

Smöia

Prelavaggio con lisciva.

Sumsîr

Piangere sommessamente.

Scarfúla

Falda di cipolla.

Snavì-c

Snodo, giunto cardanico.

Súnša

Sugna.

Scartàs

Macchina per cardare. Pettini per cardare.

Sòšda

Soccida, società.

Šunšìa

Gengiva.

Scavercê

Trampoli.

Spài

Modo di seminare il grano a ventaglio.

Surèša

Sorreggia. Architrave.

S-cèl

Secchio di zinco.

Spaiadûr

Mangione, trangugiatore.

Sústa

Meccanismi di bloccaggio e sbloccaggio di certi organi meccanici.

Scherdênt

Disobbediente, ostinato.

Spalâda

Rotta, apertura di un valico nella neve. Colpo di spalla.

Suvàch, Suvàt

Correggia di cuoio applicata al giogo.

Schervàcia

Fessura, fenditura.

Spaniâr

Togliere le panie, le trappole con vischio.

Sûvra

Sughero.

S-ciaparèla

Fetta di mela seccata.

Spanuciâr

Spannocchiare il granturco.

Svinadûra

Svina, svinatura. Travaso del vino nuovo dal tino alle botti.

S-ciarìa

Menta sclarea. Secca serviva come antitarme.

Sparavèla

Frattazzo, lisciatoio.

Svis-ciâr

Togliere il vischio.

Scus

Parte terminale dei coppi usata come rinforzo in gronda .

Spartàgna, Spartâna

Spartizione tra padrone e mezzadro.



Stampa Email

Lettera T

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

Tàca

Tacca, incisione.

Tempiâl

Attrezzo per tendere la tela.

Topasêga

Talpa.

Šûntghe ‘na tàca

Sii abbondante

Temprâr

Picchiare, Dare una lezione. Bagnare, irrorare.

Tràša

Traggia, veicolo senza ruote.

Tacadìs

Attaccaticcio.

Tendûr

Tenditore della tela durante la tessitura.

Tricantûn

Trecantoni, mobile da angolo.

Taiafên, Taiamès-cia

Attrezzi per tagliare il fieno o la mistura di fieno e paglia nel fienile.

Têra

Filone di pane. Pagnotta.

Trîda

Rotta, spalata, varco nella neve.

Taiöla

Bietta, cuneo.

Tersaröl

Fieno di terzo taglio.

Trinciâto

Tabacco da pipa o da sigarette fatte a mano.

Stâr tra ’l màs e la tajöla

Essere tra il martello e l’incudine

Téša

Fienile. Teggia.

Trús, Trûšle

Tronchetto. Truccioli.

Târs, Târtre

Tartaro, deposito in fondo a tini e botti.

Tèvde

Tiepido.

Truvlîn

Succhiello, piccola trivella.

Tartúfla

Trifola, tartufo.

Tìa

Filo del formaggio fuso. Sfilacciatura.

Tulènda

Termine scherzoso per indicare la farita presa dal mugnaio.

Tarúl

Tarlo. Torsolo. Rimorso.

Tignöla

Tarma, tarlo. Malattia delle viti.

Túnd

Rotondo. Piatto, fondina.

Tasadûr

Attrezzo per togliere le spine di legno dai mobili.

Tirâncla

Bretella.

Tùpla

Parte del giogo.

Tasèl

Tassello. Soffitta.

Tirasàs

Fionda, tirasassi.

Turciâ

Vino torchiato, scadente.

Tavlêr

Tavolino su cui si fa la sfoglia.

Tirèla

Parte del filare di viti tra un albero e l’altro.

s

Parte peggiore della canapa.

L’é intêr cmé un tavlêr

È impacciato

Tmâra

Tomaia

Tûša

Tosatura delle pecore.

Têmpia

Listello di legno su cui poggiano le tegole. Parte del volto.

Tmaröl

Pezza di cuoio. Rattoppo.

 

 

Stampa Email

Lettera R

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

Rabî

Arrabbiato, nervoso.

Rašöl

Orzaiolo. Foruncolo.

Ruchèt

Rocchetto, supporto su cui avvolgere il filo.

Rabòt, Rabutâr

Raspa, pialletto. Graffiatore.

Rebghîna

Erpice leggero.

Rûd

Letame.

Râf

Clava dentata per sgusciare le castagne secche.

Redmàcia

Reatino, piccolo uccello.

Rumân

Romano. Contrappeso della bilancia. Lancio particolare nel gioco delle bocce.

O d’ rìf o d’ ràf

Con le buone o con le cattive

Rešdûr, Resdûra

Capofamiglia. Reggitore.

Rumèla

Rondella, riparella.

Ràfa

Modo di bocciare (di raffa).

Se la resdûra la n’ fa i turtê / i pulicîn i’ nàsi sensa pê

Se la padrona di casa non fa i tortelli i pulcini nasceranno senza piedi

Rumiâr

Ruminare. Mangiare lentamente. Ritornare su cose sentite o dette.

Ragàia

Raucedine

Rešgnöl

Usignolo.

Rùnda

Ronda, drappello in perlustrazione.

Ràji

Rotaie, binari.

Rèsta

Arista, terminazione aghiforme della spiga.

Rušlîn

Ruzzolino, fatto con le uova colorate a Pasqua.

Ranghinadûr

Ranghinatore, spandifieno.

Rêv

Refe.

Rvîna

Rovina, disastro.

Rangöi

Ramarro.

Rósta

Rosta, sponda di sbarramento per trattenere le castagne.



Stampa Email

Lettera Q

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

Quà-c quà-c,

Quatto quatto.

Quàter pàs sûra a un quadrèl

Quattro giri di danza su un mattone solo

Quartaröl

Misura di cereali: un quarto di staio.

Quacîn

Gesto della gallina che accetta il gallo.

Quarantòt

Confusione.

Querèla, Querêla

Querela, lamento, denuncia.

Quadrèl

Mattone quadrato. Barra di ferro quadrata.

Quartâr

Quartaro, misura per cereali.



Stampa Email

Lettera O

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

DIALETTO

ITALIANO

Òci, Òcio!

Espressione per dire: Sta attento!

Ôrš

Orzo, cereale utilizzato come caffè dopo averlo tostato e corretto con surrogati.

Òvra

Opera. Alacrità nel lavorare.

Oivú

Richiamo: Ehi voi!

Öv

Uovo.

Fâr ad l’òvra

Avere dei buoni risultati

Óm môrt

Reggispinta nelle capriate dei tetti, detto anche monaco.

Méi l’öv incö che la galîna dmân

Meglio l’uovo oggi che la gallina domani

Òvri

Persone chiamate a lavorare in momenti critici (fienagione, mietitura, zappatura).

Ôrghne, Ôrne

Organo, strumento musicale. Ma ha anche altri sensi.

Caminâr insìma a i öv

Procedere con prudenza



Stampa Email

L'ütme Tweet

Doriano Rabotti

RT @mauroberruto: Io non ho ancora fatto niente... ma posso già festeggiare 3 campionesse del mondo! Complimenti a Tatiana Andreoli, Tanya…

by Doriano Rabotti

Doriano Rabotti

RT @ilpost: L’Autorità Antitrust sospetta che quattro grandi operatori di telefonia abbiano fatto accordi a danno dei consumatori sulla sto…

by Doriano Rabotti