| |

La voce

del tassobio

La Casa del Mio Dialetto

 

  • La Casa-Torre di Castellaro

    Questo sito, nato nel marzo del 2012 e oggi rinnovato, è dedicato a chi ama il dialetto e crede che sia giusto salvarlo. Qualsiasi dialetto.

    Il mio è quello della Val Tassobio, che si trova sull'appennino di Reggio Emilia.

    Alla lingua della mia terra ho dedicato anni di studio, ricerche e pubblicazioni.

    Ho deciso di condividerle con tutti, per salvare una storia che rischia di scomparire.

    Essendo il dialetto un fenomeno principalmente orale, ho voluto fornire strumenti moderni per farne conoscere e comprendere non solo la grafia, ma anche la fonetica.

     
  • La Casa-Torre di Castellaro

    Questa è la vallata dominata dal Castellaro, la casa a torre che potete vedere nella foto a fianco.

    Si trova nel comune di Vetto d'Enza, ed è la culla storica della famiglia Rabotti, il luogo da dove veniamo e dove abbiamo organizzato nel corso degli ultimi vent'anni rassegne poetiche, mostre e feste popolari.
     

L'ultima Novità

  • La figura di Ulisse nella Divina Commedia è centrale. Anche quando viene raccontato in dialetto....

  • Quanti giochi del passato da salvare, prima che vengano dimenticati: io mi ricordo

  • Per molti bambini di oggi sarà qualcosa di impensabile: noi quando eravamo piccoli lo 'scrannino' lo facevamo così

  • Questa poesia è dedicata alla maestra Wilma Zampineti, che nell'immediato dopoguerra ci portò dalle elementari alle medie: La maestra

  • Anche un classico di Giosue Carducci, Pianto Antico, può essere riletto nella lingua della Val Tassobio

  • Le poesie dei grandi sono state tradotte in tutte le lingue del mondo. Adesso anche nel nostro dialetto: cominciamo con L'infinito di Giacomo Leopardi

  • Una volta trovare gli anziani del paese intenti a giocare a bocce era uno spettacolo abbastanza frequente. Oggi è più raro, ma resta un momento di vita della comunità: la partita a bocce

  • Ormai è alle spalle: l'autunno non è soltanto una stagione della terra, ma anche della vita

  • Ogni anno arriva, non sempre puntuale, ma arriva: La Primavera

  • L'amore di una nonna per i suoi nipotini è qualcosa di unico: Al ben

BÛN CUMPLEÀN, SITULÎN!

Câr al mi’ fagutîn, l’é bèli un àn
che t’ vûl pr’ària, cumpàgn a ’na parpàja,
e la gênta la t’ vèd, la s’imbarbàja
e la t’ völ augurâr: ’Bûn cumpleàn’!
Te t’ê cme un angiulîn ch’al gîra in cêl,
ch’al smöv l’ària d’i’ ricôrd, d’ la nustàlgìa.
I’ arvèd persûni, stòrji, ’na famìa,
sfumâdi int i ricôrd, cmé sùta a un vêl.
Adès che t’ê chersû dàt mu’ da fâr,
sêrca d’ la gênta interesâda e atênta.
Spiêga a chî ch’i’ gh’han vöja d’ascultâr
che ’l dialèt l’interèsa a tânta gênta.
Invidji in ca’, fàj sèdr’ avšîn al fuglâr,
dìgh che ’l dialèt a n’ se pöl mia scurdâr!
(scritta per il primo compleanno del sito
il 13 marzo 2013)
Caro il mio pupattolo, è già un anno
che voli in aria come una farfalla,
e la gente ti vede, resta abbagliata,
e ti vuole augurar: Buon compleanno!
Sei come un angioletto che gira in cielo,
che smuove l’aria dei ricordi, della nostalgia.
Rivedo persone, storie, una famiglia,
sfumate nei ricordi, come sotto un velo.
Ora che sei cresciuto datti da fare,
cerca gente interessata e attenta.
Spiega a coloro ch’han voglia d’ascoltare
che il dialetto interessa a tanta gente.
Invitali ad entrare, falli accomodare vicino al focolare
e di’ loro che il dialetto non si può dimenticare!

Etimologia

Da qualche tempo ogni numero del mensile Tuttomontagna ospita una mia rubrica dedicata all'etimologia dei termini dialettali.

Qui ho raccolto tutte le puntate precedenti: l'ultima la potete leggere nel numero attualmente in edicola.

I numeri precedenti li potete trovare qui:

Numeri dall'1 al 10

Numeri dall'11 al 20

Numeri dal 21 al 30

Numeri dal 31 al 40

Numeri dal 41 al 50

Numeri dal 51 al 55

L'ütme Tweet

Twitter response: "To protect our users from spam and other malicious activity, this account is temporarily locked. Please log in to https://twitter.com to unlock your account."

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database